3C – Toscanini

 

Il corpo nella sua valenza espressiva e comunicativa

“Tutto si muove

tutto evolve, avanza

tutto rimbalza e si riverbera.

Da un punto all’altro, niente linee dritte.

Da porto a porto un viaggio.

Tutto si muove, anch’io!” (Jacques Lecoq)

 

Il percorso si snoda da una prima esplorazione delle possibilità del proprio corpo di movimento personale libero e piacevole (mi cerco), all’usare il corpo nello spazio per darsi una forma (sono io) e comunicare. (mi relaziono con gli altri)

L’andamento del laboratorio si è strutturato a seconda delle caratteristiche e delle esigenze del gruppo classe.

Per quanto riguarda la terza, dall’osservazione della realtà dell’essere qui e ora si è esplorata la sua riproducibilità attraverso giochi di gruppo che sviluppano la capacità di collaborare. In un clima di non giudizio e libertà di espressione i ragazzi hanno riportato spaccati della loro vita e, partendo dall’osservazione di ciò che li circonda, si sono posti domande e hanno cercato di trovare  nuove soluzioni a situazioni difficili, nella cornice protettiva della finzione teatrale, in una prospettiva in cui niente  è senza soluzione e c’è sempre una possibilità di cambiamento.

Il corpo ha un grande potere comunicativo universale, immediatamente condiviso, che permette di mettere a nudo la complessità delle relazioni umane nella leggerezza del rovescio comico delle situazioni. Nel cerchio di condivisione e confronto i ragazzi si sono scontrati ma hanno anche trovato soluzioni che hanno permesso loro di diventare gruppo, nel rispetto di ogni individualità che grazie alla sua peculiarità  ha portato agli altri qualcosa di unico e prezioso.

Hanno imparato a osservarsi senza giudicarsi ma con l’obiettivo di una comunicazione chiara del loro intento.

L’evento finale è stato totalmente gestito dal gruppo ragazzi di entrambe le classi.

 

Laboratorio di teatro e movimento realizzato da Giovanna Fossati e Francesca Tonelli

Scuola media Toscanini

2623 Total Views 3 Views Today